Metafore e comunicazione politica

Una riflessione sul tweet di Renzi con le nonne

28.01.18 “Il primo confronto della campagna elettorale l’ho fatto con le mie spin-doctor, le mie nonne. Come mi hanno insegnato loro: # passodopopasso e concretezza. Avanti”

Bene, il messaggio verbale di facciata restituisce un’idea di saggezza, prudenza e di apertura all’ascolto. Il tweet, inoltre, è accompagnato da un’immagine apparentemente innocua, descrittiva, coerente col messaggio di facciata.

Ma proviamo ad analizzarla meglio:

⁃ aspetto cromatico: Renzi è in bianco, le nonne sono in rosso e in nero. Dal suo punto di vista, la nonna nera sta a destra e la rossa a sinistra, lui nel mezzo. Il rimando a schemi politici consolidati è chiaro. Interessante che lui si identifichi con il colore della famosa balena. Sarà che spesso indossa camicie bianche, ma in questo caso è alquanto simbolico.

⁃ il nero sta spiegando (si suppone in alternanza all’altra “spin-doctor” rossa) e il bianco ascolta con un sorriso: beffardo? con aria di sufficienza? Fate voi delle ipotesi. Come chi guarda l’anziano rimbambito?

⁃ giovinezza vs vecchiaia: il rosso e il nero, sono le nonne anziane, mentre lui è il giovane nel centro, il nuovo che avanza e si fa largo.

⁃ il bianco giovane è a capotavola: le anziane danno consigli ma il capofamiglia ora è lui e dopo aver ascoltato prenderà le decisioni secondo il suo modo di valutare le cose.
La metafora della famiglia è spesso presente in politica e nella quotidianità (es. “questa azienda è come una famiglia”) e, come direbbe George Lakoff, ogni famiglia segue un modello educativo. Che tipo di genitore è il bianco della foto? Autoritario, severo, accudente, premuroso? Un’idea personale ce l’ho ma riflette la mia opinione su Renzi e qui non serve esprimerla.

I messaggi nella vita di ciascuno di noi, non solo in politica, sono sempre accompagnati da dimensioni di significato non visibili in superficie, ma fondamentali per stabilire un fondo comunicativo e di comprensione reciproca. Non sono però invisibili, tutt’altro, e quando riusciamo a vederli comprendiamo meglio ciò che sta succedendo e possiamo agire più consapevolmente.

Daniele Baron Toaldo

Potrebbero interessarti questi due articoli
Dai un'occhiata ai corsi un cui trattiamo anche queste tematiche!